testo unico sulle costruzioni

Dal 1 luglio 2009 il D.M. 96 e il D.P.C.M. 3274 sono andati in pensione lasciando il posto al D.M.14 gennaio 2008 meglio conosciuto come testo unico per le costruzioni.

Tale scelta eseguita dal normatore in seguito all’evento sismico dell’abbruzzo dello scorso aprile, ha generato non poche perplessità tra i tecnici e presso gli uffici regionali del genio civile. Questi ultimi infatti hanno visto moltiplicarsi i depositi effettuati nel mese di giugno.

L'”italian’s style” di adottare una norma solo dopo che sono sopraggiunti eventi catastrofici sembre continuare, anche se sembrerebbe che nessun crollo avvenuto in abbruzzo sarebbe occorso agli edifici realizzati “conformemente” a quanto prescritto dal D.M. 96.

Tuttavia occorreva fare un ultimo giro di vite..ed è stato fatto, così da oggi in poi le progettazioni rispetteranno quanto riportato nei 12 capitoli e nei quattro allegati riportati di seguito…un terremoto..!!

Testo unico sulle costruzioni in formato zip (distinto per capitoli).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Articoli Rilevanti

CEL – Certificato Esecuzione Lavori eseguiti all’estero.

Certificato di Esecuzione Lavori delle opere eseguite all'estero.

Ingegneria Civile

DAL FASCICOLO DEL FABBRICATO AL BUILDING INFORMATION MODEL (BIM)

Un nuovo modo di concepire la “carta d’identità” delle costruzioni. Tra le problematiche che in questi ultimi anni hanno riguardato il settore delle costruzioni rientrano certamente la sicurezza dei fabbricati ed il risparmio energetico. La Leggi tutto…

Energia Pulita

Strutture sportive alimentate ad energia umana.

Negli ultimi anni si parla molto di sostenibilita’, non sempre con la cognizione di causa che essa meriterebbe, attesa la emergenza “ambientale” che il pianeta sta affrontando in termini di emissioni di CO2. Molto spesso, Leggi tutto…