Dove va la pioggia?

Sembra una domanda da scuola elementare vero?

Sappiamo tutti che, nel territorio urbano, le acque di pioggia sono (o dovrebbero essere) ricollettate nei sistemi di drenaggio (fogne). Forse, pero’, non tanti sanno (o almeno una parte di quelli non addetti ai lavori) che una importante aliquota delle precipitazioni non ha modo di essere ricollettata.

Una parte di essa “ruscella” o corriva, andando ai corpi idrici ricettori (mari, fiumi, laghi), secondo la naturale orografia del territorio (pendenza del suolo).

Questo video mostra in maniera semplice, direi anche elementare, questo processo, evidenziando con altrettanta semplicita’ la necessita’ di mantenere all’interno delle aree urbane porzioni di suolo non impermeabilizzate. Infatti, la sensibile dimunuizione dell’aliquota della precipitazione uniformemente assorbita dal suolo, unita alla incredibile aumento di quella “corrivante”, genera dei veri e propri allagamenti di alcune porzioni di territorio urbano.

Spesso tale fenomeno innesca anche fenomeni di forti infiltrazioni nel sottosuolo, che, qualora in presenza di forti gradient idraulici protratti nel tempo, possono dare luogo a fenomeni di “Sifonamento Interno” (l’acqua infilitrandosi continuamente e con grande “velocita’” nel sottosuolo, trasporta con se porzioni di terreno, spostandole da una parte all’altra, creando cavita’ che danno poi luogo a fenomeni di cedimento talvolta con effetti catastrofici).

Dunque, se e’ cosi’ semplice, perche’ oltre a progetatre sistemi di dranaggio delle acque, non provvediamo anche a lasciare la maggiore porzione possibile di territorio permeabile?

E’ un aspetto del drenaggio sostenibile.

 

 

(La foto in anteprima, ritrae la citta' di  Genova durante l'ultimo allagamento,


 tratta da www.flickr.com)

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Ambiente

IMPIANTI A BIOMASSA. UNA “RISORSA” PER L’AMBIENTE, SE CORRETTAMENTE PIANIFICATI, PROGETTATI E GESTITI

Negli ultimi tempi, sia in Italia che nel resto d’Europa e del mondo si assiste al progressivo utilizzo di centrali a Biomasse per il trattamento e la “valorizzazione” di alcune frazioni di rifiuti. Questi impianti Leggi tutto…

Sostenibilità

Sostenibilità sociale ed economica – l’esperienza in Africa nel libro di Paola Basile “Irene non lo sa”

Esce "Irene non lo sa" il Libro di Paola Basile. Capita anche questo nella vita. Capita di ritrovarti in un libro. Questo post non parla delle tematiche di cui abitualmente si occupa il web-magazine, ma di un libro dal Titolo "Irene non lo sa". No non mi sono improvvisato recensore di romanzi, non ne ho ne l'aspirazione ne la competenza, volevo solo chiudere un cerchio con tutti i lettori del sito, che hanno partecipato al mio viaggio in Togo nel 2010, condividendo questo libro.

Sostenibilità

COHOUSING, LA CASA SHARE.

Uno stile di vita che nasce in Danimarca negli anni 70, consiste nel condividere i propri spazi comuni con persone che si scelgono tra loro. Tra i servizi di uso comune vi possono essere ampie cucine, lavanderie, spazi per gli ospiti, laboratori per il fai da te, spazi gioco per i bambini, palestra, piscina, internet-cafè, biblioteca e altro